Lea Guldditte Hestelund

 

L'Artista

Lea Guldditte Hestelund è nata nel 1983 a Esbjerg in Danimarca.
Si è laureata alla Royal Danish Accademia di Belle Arti di Copenhagen nel 2015 e alla Kunstakademie di Düsseldorf nel 2013.
Nel suo lavoro artistico, Lea Guldditte Hestelund è affascinata dalla storia, dalle narrative e dalle potenzialità dei materiali, e da come questi ultimi possano essere trattati e mostrati, sia tagliando il marmo, sia modellando e trasformando il proprio corpo.
La pratica artistica di Lea Guldditte Hestelund unisce la ricerca dei materiali, che saranno alla base dei suoi lavori, al modo in cui percepiamo e attribuiamo significato al corpo.
Basato sull'ideale della perfezione del corpo dell'antichità classica, l'artista ha esplorato la cultura del fitness dei nostri giorni, ricreando attrezzature per esercizi in materiali ripresi dalla tradizione classica come il bronzo e il marmo.
Da specifici ideali del corpo e dalle loro implicazioni sociali e di genere, Lea Guldditte Hestelund offre al pubblico l'opportunità di relazionarsi con i corpi in molte forme e posizioni diverse - corpi che possono apparire strani al fruitore.
Attraverso la messa in scena spaziale, l'artista entra nel corpo dello spettatore, aggiungendo così un ulteriore livello di esperienza al tema delle mostre.
Tra le sue mostre personali ricordiamo The Compensators for Polynorm, Øregårdsparken, Gentofte (2018); Consumed Future Spewed Up as Present, Overgaden, Istituto di Arte Contemporanea, Copenhagen (2018); Somebody put baby in a corner, Værelset, Copenhagen (2016); Inhabited space transcends geometrical space, Fifth Floor, Copenhagen (2013).
Lea Guldditte Hestelund ha partecipato inoltre a numerose mostre collettive sia in Danimarca e che all'estero tra cui: The object is to change the soul, Heartland Festival, Egeskov (2018); SuperSet, Fused Space, Galleria Jessica Silverman, San Francisco (2018); How to Start an Apartment in our Gallery, Les Gens Heureux, Copenhagen (2018); Cool, Calm, and Collected, ARoS Art Museum, Aarhus (2017), The Encounter of Bodies, Museo Ystad Art, Ystad (2017), The Tabulator Project, Kunsthal Aarhus, Ystad (2016), Thingness, Künstlerhaus Dortmund, Dortmund (2016), Public Intimacy, Parallel Vienna, Vienna (2016); Oceans Breath Salty, CompleteBody, New York (2015); The Open Source Way, the exhibition place Q, Copenhagen (2014).

Scarica il CV di Lea Guldditte Hestelund in PDF

 

Opere

Download artworks check-list

 

Mostre

Utopie Morbide

Utopie Morbide
Piazza Goldoni, 2 - Firenze
20.10.2018 - 21.12.2018

 
 

 

Notizie

Writing of Bodies

11.11.2019 - 11.11.2019


Firenze
Piazza Carlo Goldoni 2
50123 | Firenze | Italia
T. (+39) 055 661356
gallery@eduardosecci.com
www.eduardosecci.com

 
Facebook Instagram Twitter YouTube Artsy Artnet

La galleria sarà chiusa dal 24 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 compresi.

 

Eduardo Secci Contemporary s.r.l soc. unip.
Cap. Soc. IV 1.000.000,00 €
IT C. F. P.IVA N. ISCR. REG. IMP. FI 06421100485
Sede Legale Piazza Carlo Goldoni 2
50123 | Firenze | Privacy & Cookies